ABUSO D'UFFICIO E FALSO. INDAGATO IL SINDACO DI ALCAMO

ABUSO D’UFFICIO E FALSO. INDAGATO IL SINDACO DI ALCAMO

by • 10 aprile 2017 • Attualità, Cronaca, Evidenza, Politica, SiciliaComments (0)2

ALCAMO (TP). LA VICENDA È LEGATA ALLA RIAPERTURA DEI POZZI D’ACQUA CITTADINI. A RENDERLO PUBBLICO LO STESSO DOMENICO SURDI SUI SOCIAL

È stato indagato dalla procura di Trapani per abuso d’ufficio e falso per aver chiesto la riapertura dei pozzi d’acqua cittadini, Domenico Surdi, il sindaco di Alcamo del Movimento 5 Stelle.

Il post pubblicato da Surdi per la vicenda che lo coinvolge

A dare notizia dell’indagine a suo carico è lo stesso primo cittadino con un post su facebook. “Ritengo doveroso informare i cittadini alcamesi e tutto il MoVimento 5 Stelle che questa mattina mi è giunta dal Tribunale di Trapani una notifica relativa ad una richiesta di proroga delle indagini”, scrive Surdi.

Le ipotesi di reato – aggiunge sempre il primo cittadino – sarebbero verosimilmente connesse alla situazione che la nostra amministrazione si è trovata a fronteggiare all’indomani del suo insediamento e che riguarda l’attingimento di acqua da pozzi privati e del trasporto mediante autobotti”.

Per l’indagine per la  quale la Procura di Trapani ha già iscritto sul registro degli indagati lo scorso mese di marzo due dirigenti del Comune. Per 14 anni, secondo l’accusa, i due avrebbero favorito i gestori dei pozzi privati di acqua e alcune ditte di autotrasporto e alcuni titolari delle concessioni.

Gli indagati sono l’ingegnere Enza Anna Parrino, il geometra Pietro Girgenti, fino al 2015 responsabile del servizio idrico, per loro l’ipotesi di reato contestato è abuso d’ufficio. Ed ancora quattro privati titolari delle concessioni Isidoro Lo Monaco, Simone Milazzo, Giuseppe Accardo e Giuseppa De Blasi, cognata del boss mafioso ergastolano Simone Benenati. L’indagine nasce dalle denunce dell’ex  segretario comunale Cristoforo Ricupati.

Tratto da: gds.it

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Navigando in questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookies.
Per ulteriori informazioni clicca QUI
Ok